Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Terni, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo economico del territorio e connessi ad attivita’ di prevenzione e repressione dei fenomeni di illegalita’ economico-finanziaria, ha tratto in arresto un cittadino egiziano in flagranza di spaccio. In particolare durante la notte di giovedi’ scorso, i militari della Compagnia di Terni hanno individuato, in una via del centro cittadino, a pochissima distanza dal locale Tribunale, l’egiziano intento a cedere ad un italiano una dose di circa 2 grammi di hashish. Di fronte a tale condotta, le Fiamme Gialle hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato.

L’uomo, a seguito di una perquisizione personale, e’ stato trovato in possesso di ulteriori 4 grammi della stessa sostanza stupefacente e 13 grammi circa di cocaina, suddivisa in 33 confezioni pronte per la cessione. L’egiziano era gia’ noto ai militari della Compagnia, in quanto arrestato dagli stessi finanzieri lo scorso anno per il medesimo reato e successivamente condannato alla pena di due anni, con sospensione della stessa. Nel suo curriculum si annoverano altre quattro denunce a piede libero per lo stesso reato, l’ ultima delle quali risalente allo scorso aprile ed effettuata sempre dalle Fiamme Gialle ternane, oltre a diverse segnalazioni all’Autorita’ Giudiziaria per minacce, rapina, lesioni personali nonche’ minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

Associato alla Casa Circondariale di Terni, nel corso del rito direttissimo di convalida, e’ stato disposto nuovamente l’accompagnamento presso l’istituto detentivo, fino alla celebrazione del processo.