Dovrà rispondere di rifiuto di generalità, minacce e oltraggio a Pubblico Ufficiale il titolare di una pizzeria della Garbatella che, nella giornata del 20 luglio, si è rifiutato di mostrare i documenti agli agenti della Polizia di Stato del commissariato Colombo, entrati nel locale per dei controlli.Una volta all’interno i poliziotti, hanno sequestrato un forno, un bancone, una scaffalatura, dei pensili e dei piani di lavoro, provento di un furto avvenuto nell’ottobre del 2017 all’interno di una pizzeria di viale Palmiro Togliatti – Materiale che veniva  utilizzato regolarmente dal “nuovo” titolare.I poliziotti però hanno notato palesi carenze igienico sanitarie, configurando un pericolo per la salute pubblica tanto da richiedere l’intervento di personale della Aslfficio Ispettivo del servizio igienico alimenti e nutrizioni  che hanno rilevato:

·     nel laboratorio cucina: presenza di insetti nella farina, sporcizia pregressa sulle attrezzature e negli armadi frigorifero;

·     nella dispensa: presenza di insetti nella farina posta all’interno dei cassoni;

·     cattivo stato di pulizia ed ordine;

·     mancato attestato di formazione HACCP.

Al termine di tutti gli accertamenti gli agenti hanno sottoposto a chiusura il locale per riscontrate pessime condizioni igienico sanitarie.