Quattro posti di controllo nelle principali vie d’accesso in città, 120 persone identificate, 50
veicoli e 4 esercizi pubblici controllati, sia nel centro storico che nella prima periferia, nei luoghi di
aggregazione giovanile e nelle vie della movida.
Contrasto al crimine diffuso, con una particolare attenzione al consumo e allo spaccio di
sostanze stupefacenti, questo il target dei controlli interforze del fine settimana, espletati dalla
Polizia di Stato, dai Carabinieri e dalla Polizia Municipale, in linea con le disposizioni dettate nel
tavolo integrato per la sicurezza urbana, tenutosi in Questura, presieduto dal Questore Antonino
Messineo.
Controlli capillari, nei quali sono incappati un cittadino tunisino già espulso da Terni lo
scorso maggio che è stato denunciato per non aver lasciato il Territorio Nazionale e un dominicano,
fermato alla stazione appena sceso dal treno proveniente da Avezzano, perché irregolare in Italia.
Anche i circoli privati sono stati oggetto dell’attività di verifica e per due di questi sono in
corso accertamenti in ordine ad eventuali violazioni delle norme relative all’impatto acustico e alla
somministrazione di bevande.