Un lavoratore risultato senza permesso di soggiorno è stato individuato dal personale della tenenza della guardia di finanza di Città di Castello nel corso dei controlli per il contrasto del lavoro sommerso e dell’abusivismo commerciale.

Le attività di polizia economico-finanziaria, precedute da un capillare lavoro di intelligence e di controllo economico del territorio, hanno riguardato, tra l’altro, attività di autolavaggi e di commercio di frutta e verdura. Portando a individuare – riferiscono le fiamme gialle – anche quattro lavoratori “in nero”. I titolari delle che li impiegavano sono stati invece segnalati all’Ispettorato del lavoro di Perugia.