Avrebbero fruttato più di 20.000 euro gli oltre 170 grammi di cocaina sequestrati dalla squadra mobile di Terni ad un albanese di 24 anni, arrestato per detenzione ai fini di spaccio in un’operazione condotta nei pressi dell’ospedale cittadino.

In base a quanto riferisce la questura il giovane – incensurato e disoccupato, entrato in Italia a metà giugno e in città da nemmeno dieci giorni – è stato notato dagli agenti della sezione antidroga cedere ad un noto tossicodipendente locale una dose di droga nel giardino di un condominio, dopo averla presa dalla fitta vegetazione. Sono stati entrambi bloccati ed al tossicodipendente è stata sequestrata una dose di cocaina, mentre lo spacciatore ne aveva due, sempre della stessa sostanza. In casa sono state trovate numerose altre dosi, oltre a 5.000 euro in contanti.

Ma il quantitativo di droga più consistente, due involucri contenenti 120 grammi di cocaina, è stato scoperto nei vani dei contatori, utilizzati come magazzino temporaneo. In totale sono state sequestrate 70 dosi di cocaina risultata – dai controlli della polizia scientifica – di qualità elevata.