Spacciava sul portone di ingresso di un condominio di Via Farini, a Terni. Per questo un 26enne tunisino, giunto in città da una decina di giorni, irregolare e disoccupato, è stato arrestato in flagranza di reato dalla Sezione Antidroga della Squadra Mobile. La Polizia, alla quale era giunta la segnalazione da parte dei residenti, lo aveva già notato per il suo vistoso abbigliamento costituito da un cappello di paglia a tesa larga e da una maglietta molto colorata, anche se ad attirare l’attenzione degli agenti era stato il continuo andirivieni di persone dal portone del condominio di via Farini.

E così prima è stato fermato un noto tossicodipendente locale, trovato con una dose di anfetamina, poi altri due, con una dose di eroina ed una di cocaina. Poco dopo lo straniero è sceso di nuovo dalla sua abitazione con due tossicodipendenti e alla vista degli investigatori ha tentato di fuggire dimenandosi energicamente, sferrando calci e pugni. Un poliziotto è rimasto ferito ad una mano e ad un piede: i sanitari del pronto soccorso lo hanno giudicato guaribile in 20 giorni.

In casa del tunisino è stato rinvenuto tutto il materiale per il confezionamento della droga, 300 euro in contanti, numerose singole dosi di cocaina, eroina ed anfetamine.