Lo ha avvicinato in viale Brin, si è presentata come una cittadina ungherese nuova in città e gli ha chiesto di fare quattro chiacchiere intorno ad un caffè; la scena però – un signore molto anziano fermato da una straniera – non è sfuggita ad una pattuglia della Squadra Volante che stava passando in quel momento, che ha deciso di procedere all’identificazione.

La donna ha esibito un documento rumeno, in base al quale risultava incensurata, ma tenuto conto di quanto detto all’anziano – un ternano di 86 anni – gli agenti hanno ritenuto di dover approfondire i controlli: dalla comparazione delle impronte digitali è emerso che la cittadina rumena – una 40enne proveniente da Roma – era stata denunciata, con diverse generalità, per furto con destrezza.

E’ stata immediatamente allontanata da Terni con il provvedimento del Questore Messineo del Divieto di Ritorno per tre anni.

La Polizia raccomanda ai cittadini più anziani di fare attenzione agli sconosciuti che, con modi gentili e suadenti, cercano di avvicinarli: potrebbe essere solo un modo per distrarli e derubarli; si sensibilizzano anche i loro familiari affinché informino i loro congiunti dei rischi che potrebbero correre durante una tranquilla passeggiata.