Nelle zone terremotate dell’Umbria sono sinora state smaltite circa 63 mila tonnellate di macerie e 130 mila di terre e rocce. Numeri che sono stati forniti dal presidente della Vus-Valle umbra servizi, Maurizio Salari, che ha visitato gli impianti di stoccaggio, selezione e trasformazione di Misciano e Castelluccio di Norcia.

“Rispetto alle stime iniziali di 100 mila tonnellate di macerie da rimuovere – ha spiegato – adesso si ha la certezza che sono molte di più, anche se una stima precisa al momento non è possibile farla”.

Per adempiere al servizio di rimozione la Vus è ricorsa “all’assunzione, a tempo determinato, di altre 18 persone”, ha spiegato il presidente e “si stanno perfettamente rispettando, in termini di tempistica, le ordinanze emesse dai Comuni”.