E’ stata la portiera di un’altra auto aperta e appoggiata sulla sua ad innescare una lite nel parcheggio di un supermercato con la conseguente denuncia di un 60enne ternano, di origini campane, accusato di lesioni personali e calunnia, per aver fornito una versione dei fatti non corrispondente alla verità.

Gli accertamenti, condotti dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura d Terni, al quale entrambi i contendenti, si sono rivolti per sporgere denuncia il giorno successivo, hanno evidenziato, con l’ausilio delle telecamere di sorveglianza del parcheggio, il reale svolgimento dei fatti. Il 60enne, dopo aver indicato la portiera all’uomo che l’aveva subito chiusa, aveva caricato la spesa ma avendo visto che l’altro l’aveva aperta di nuovo, gli aveva tirato un pacco di zucchero e poi, per riprenderlo, si era introdotto nell’abitacolo, dove aveva colpito ripetutamente al volto e all’addome l’uomo, un 57enne di Terni. In ospedale gli sono state riscontrate lesioni ad un zigomo, guaribili in una decina di giorni.