Due minorenni con in mano le schedine di alcune puntate appena giocate (per un controvalore di oltre 120 euro) sono stati sorpresi dalla guardia di finanza in un centro scommesse di Castiglione del Lago. Al titolare del locale è stata inflitta una sanzione amministrativa, in collaborazione con personale dell’Amministrazione dei Monopoli di Stato.

Secondo quanto riferito dalle fiamme gialle, i ragazzi stavano seguendo sui monitor le gare sportive, per verificare se avessero vinto. In base alla normativa non potevano però neppure mettere piede in questi locali, né puntare soldi, in quanto è proibita ai minori di 18 anni la partecipazione ai giochi pubblici con vincita di denaro. Per il proprietario del locale la sanzione amministrativa va da 5 a 20 mila euro, con il rischio di chiusura da 10 fino a 30 giorni.