Una coppia di cacciatori del posto, è stata denunciata per esercizio abusivo della caccia dai Carabinieri della Stazione di San Venanzo per aver abbattuto un cinghiale nonostante il periodo di fermo dell’attività venatoria. Il fatto è avvenuto a San Faustino di Orvieto. I militari sono stati allertati dagli invitati ad una festa di matrimonio che si stava celebrando a poca distanza, dopo aver udito i colpi di fucile. L’arma usata per l’uccisione dell’animale, un fucile da caccia calibro 12, regolarmente detenuto da uno dei due, è stata sequestrata.

 I Carabinieri della Stazione di Monteleone di Orvieto sono invece riusciti ad identificare, denunciandoli a piede libero all’Autorità Giudiziaria per truffa, un 42enne colombiano ed un 22enne friulano. La coppia, spacciandosi quali tecnici del sistema di ricarica elettronica lì installato, aveva indotto, con la scusa di effettuate delle prove di funzionamento, la dipendente di un esercizio pubblico di Monteleone di Orvieto ad effettuare alcuni versamenti a loro beneficio.