Sottoscritto – fra Regione dell’Umbria e Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Perugia – il protocollo operativo per la garanzia della fruibilità dei diritti e delle opportunità dei detenuti. A siglarlo la presidente regionale, Catiuscia Marini e il direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Giovanni Marini. Presente il Garante regionale delle persone sottoposte a misure restrittive, Stefano Anastasia.

“È interesse pubblico e sociale – ha sottolineato la governatrice – far sì che per i detenuti siano salvaguardati alcuni diritti fondamentali in carcere, quali il diritto alla salute e alla formazione e istruzione, ma anche far sì che si riduca il rischio che tornino a delinquere, costruendo politiche che ne consentano il recupero come sancito dalla Carta costituzionale.

È quanto sta facendo l’Umbria – ha aggiunto – con l’importante risultato che vede un abbattimento dell’80 per cento della recidiva fra i detenuti coinvolti nei progetti lavorativi sostenuti con risorse del Fondo sociale europeo”.