Ha truffato quattro ristoratori della zona di Marmore e Piediluco fingendosi il Presidente della Pro Loco di Viterbo. Per questo, un reatino di 33 anni, è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione di Piediluco per truffa aggravata e continuata. L’uomo, con la scusa di sponsorizzare l’organizzazione di un inesistente raduno di Fiat 500, si è fatto consegnare la somma complessiva di 450 euro rilasciando le ricevute che staccava da una matrice sulla quale chiedeva di apporre il timbro dell’esercizio commerciale frodato. Ma sono state proprio queste ricevute a tradirlo. Il reatino, infatti, utilizzava la partita IVA di uno dei locali truffati e grazie a questo una delle ristoratrici cadute nell’imbroglio si è messa in contatto con la collega, titolare della partita IVA indebitamente utilizzata. Insieme si sono rivolte ai Carabinieri di Piediluco che hanno ricostruito in maniera dettagliata i movimenti e le ulteriori frodi commesse dall’uomo riuscendo anche ad identificarlo e denunciarlo.