Un romeno di 46 anni è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri per porto d’oggetti atti a offendere. L’uomo è stato infatti fermato all’ingresso del tribunale penale di Perugia con un coltello nel marsupio.

L’oggetto, con una lama di 10 centimetri, è stato notato dagli addetti alla vigilanza attraverso il metal detector. Lo straniero doveva comparire come imputato in un processo per guida in stato di ebbrezza. Con gli investigatori ha sostenuto di portare sempre con sé il coltello per questioni professionali lavorando in un autolavaggio.

Dagli accertamenti svolti dai militi non sono comunque emersi altri motivi particolari per i quali l’uomo avesse con sé il coltello.