Ha consentito di smantellare due presunte bande criminali dedite allo spaccio di stupefacenti nell’alta valle del Tevere, composte da cittadini italiani, albanesi, rumeni e cubani, l’operazione antidroga denominata “Easter Eggs” (Uova di Pasqua), condotta dal comando provinciale di Perugia della guardia di finanza. Trentadue le persone coinvolte, a vario titolo: cinque sono state arrestate in flagranza di reato e tre sono state destinatarie di misure cautelari personali emesse dal gip. Altre otto persone sono state denunciate a piede libero per spaccio e favoreggiamento ed, infine, 16, tra cui una donna di 60 anni, sono state segnalate al prefetto di Perugia in qualità di assuntori di stupefacenti. Sequestrati complessivamente circa 4 chilogrammi di hascisc e marijuana, 35 piante di cannabis in fase di coltivazione, crack, un’autovettura, cinque telefoni cellulari ed altrettanti bilancini di precisione e materiale per il taglio ed il confezionamento della cocaina.