Due italiani e due tunisini sono stati denunciati dalla polizia, a Terni, in seguito ad una rissa iniziata all’esterno di un bar della zona di Ponte Romano e poi degenerata poco distante, in via Medici. Ferite in maniera non grave le tre persone coinvolte nell’episodio – uno degli italiani, romano 35enne residente a Terni, e i due stranieri, entrambi 30enni – che sono stati medicati al pronto soccorso per lesioni da taglio giudicate guaribili in 8 e 10 giorni.

Secondo quanto ricostruito dalla squadra volante è verosimile ipotizzare che la discussione possa essere maturata nell’ambito dello spaccio di stupefacenti, dato che i tunisini erano già stati inquisiti in passato per questo reato. Proprio loro due avrebbero schiaffeggiato e spintonato il romano, costringendolo ad allontanarsi. L’uomo, è pero tornato sul posto con un bastone, chiedendo ad un amico di accompagnarlo per chiarire la questione. La discussione si è quindi riaccesa, sfociando in pugni e bicchierate tra uno dei tunisini e l’amico del romano. La coppia di italiani – sempre secondo la polizia – è stata inseguita dai tunisini, i quali avrebbero colpito il 35enne, che ha poi perso i sensi, alla testa ed alla gamba con una bottiglia di vetro frantumata. L’amico è riuscito invece a fuggire giungendo in un bar dove ha telefonato al 113. Una volta sul posto, gli agenti hanno trovato uno dei due tunisini seduto in terra nelle vicinanze del bar, anche lui con una ferita sanguinante alla gamba, insieme al connazionale, ferito al cuoio capelluto.

Anche l uomo che era riuscito a fuggire presentava ecchimosi alla mano destra ed alla fronte, ma non è ricorso alle cure mediche. Tutti e quattro i coinvolti devono rispondere delle accuse di rissa e lesioni personali, aggravati.

Uno dei due tunisini è stato sottoposto al provvedimento di espulsione, risultando inottemperante all’intimazione di lasciare il territorio nazionale emessa a suo carico dal questore di Verona.