Uno strumento innovativo che raccoglie la storia clinica e sanitaria personale, consentendo ai professionisti della sanità un accesso immediato ai dati e un confronto diretto per velocizzare e migliorare l’assistenza: si tratta del Fascicolo sanitario elettronico, che sarà operativo in tutta l’Umbria a partire da giugno e, per la prima volta, presentato ai cittadini dall’assessore regionale alla Salute, Luca Barberini, nell’ambito della Festa di Scienza e Filosofia a Foligno.

“Una sorta di ‘carta d’identità della salute’ – ha spiegato Barberini – che facilita il lavoro degli operatori con l’obiettivo di migliorare prevenzione, diagnosi e cura. È stato sperimentato e ora avviato dalla Regione, a vantaggio della tutela della salute dei cittadini”. In pratica, “una raccolta in formato digitale di informazioni e documenti clinici, rilasciati da strutture e medici del Servizio sanitario nazionale e quindi di dati certificati che sono sempre disponibili, tramite internet, in forma protetta e riservata”.