I carabinieri di Perugia hanno arrestato due albanesi, di 33 e 46 anni, ritenuti responsabili di avere messo a segno, nel mese di marzo, cinque furti in abitazioni di Ponte San Giovanni, Villa Pitignano e Ponte Valleceppi. Ora sono detenuti nel carcere di Capanne. A uno di loro, oltre al furto, vengono contestati anche i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale poiché durante le fasi dell’arresto, davanti a un bar di Ponte Felcino, sono rimasti lievemente feriti due carabinieri.

I furti – è stato riferito durante una conferenza stampa al comando perugino dell’Arma – sono stati compiuti dal 9 al 22 marzo nel tardo pomeriggio quando i proprietari non erano presenti in casa. Parte della refurtiva – monili in oro, una tv, capi d’abbigliamento e orologi – è stata recuperata in un casolare di Montelaguardia che gli stranieri utilizzavano come rifugio di fortuna.