Il treno è arrivato in forte ritardo, i monitor erano guasti e – per un evidente disguido nelle comunicazioni – i cancelli sono stati chiusi troppo presto: è successo così che nella notte, alla stazione Fontivegge di Perugia, 30 persone sono rimaste praticamente “intrappolate”. E’ l’infelice esito di un’altra giornata molto difficile per il traffico ferroviario anche nel capoluogo umbro, per le conseguenze dei problemi legati al maltempo.

Il treno Intercity “Tacito”, proveniente da Milano è arrivato alla stazione di Perugia con un forte ritardo, alle 2.09 di notte. I monitor erano spenti a causa di un guasto elettrico e la vigilanza privata aveva già chiuso i cancelli intorno a mezzanotte, come sempre, ignorando – secondo quanto si è potuto ricostruire fino a questo momento – che l’ultimo treno doveva ancora arrivare. I passeggeri hanno dovuto chiamare gli addetti che hanno riaperto i cancelli. Contattate dall’ANSA, le Ferrovie dello Stato si sono scusate per l’accaduto.