Sono state diverse le pattuglie della Polizia, come la Squadra Mobile, la Polfer e l’unità cinofila di Fiumicino, oltre a due dei Carabinieri e una della Polizia Municipale, impegnate nei controlli straordinari del territorio che si sono svolti ieri, dalle 14 alle 20, a Terni, per contrastare i reati predatori in genere ed in particolare l’immigrazione irregolare e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel primo pomeriggio, l’attività si è concentrata nella zona della stazione ferroviaria, dove due pastori tedeschi della Polizia, hanno intercettato tre persone – due italiani e un rumeno – appena scesi da treni arrivati da Roma e Rieti, che, trovati in possesso di hashish e marijuana, sono stati segnalati alla Prefettura come consumatori.

I controlli sono stati estesi anche nelle zone centrali, nei luoghi di aggregazione giovanile e al Parco Ciaurro, dove, fra la vegetazione, sono stati trovati oltre 15 grammi di marijuana, suddivisa in dosi; lo stupefacente è stato sequestrato a carico di ignoti.

Quella di ieri è stata però un’attività ad ampio raggio, che ha visto impegnata, in particolare, la Sezione Antidroga della Squadra Mobile ternana, che congiuntamente ai colleghi della Questura di Rieti, ha individuato in una abitazione di Contigliano, in provincia di Rieti, un centro per lo spaccio di hashish, venduto anche a minorenni. Al suo interno, oltre a diversi giovani intenti a fumare spinelli, gli agenti hanno rinvenuto circa 44 grammi di marijuana e quattro piante di grandi dimensioni. Un 24enne romeno, ritenuto il responsabile, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa della convalida.