Aveva con sé 80 chiavi, tutte limate e sagomate, tra cui anche una triplice “da capotreno”, un campano di 32 anni, considerato un ladro seriale, denunciato dalla polizia, a Terni, dopo essere stato sorpreso mentre stava probabilmente tentando di mettere a segno un nuovo colpo. L’uomo – secondo quanto rifertito dalla questura – è stato fermato intorno alle 6 di oggi nella zona di piazza Briccialdi, dove un residente ha notato che stava armeggiando con una chiave davanti alla serranda di un negozio, con indosso un giubbotto con un cappuccio. Una pattuglia della volante arrivata sul posto ha identificato il 32enne, notando a poca distanza un’auto. Al suo interno, oltre ai documenti del fermato, sono stati trovati anche due grandi cacciaviti a taglio piatto e decine di mazzi di chiavi. Dai controlli al terminale è emerso che il campano era già stato inquisito in passato sia per reati contro il patrimonio, come furto e furto con scasso, sia per traffico di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale, tutti commessi tra la Campania e Roma. Nei suoi confronti anche due divieti di ritorno nei comuni di Salerno e Cassino. Analoga misura gli è stata applicata anche dal questore Antonino Messineo, con la notifica del divieto di ritorno nel comune di Terni per tre anni, oltre alla denuncia per tentato furto e possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. Questi ultimi, insieme ai due coltellini che gli sono stati trovati indosso, sono stati sequestrati.