Il Servizio idrico integrato realizzerà una nuova area attrezzata per categorie svantaggiate nella zona della Cascata delle Marmore. Fra il piazzale Byron e l’ingresso, in un tratto di circa 200 metri, la società costruirà e installerà, infatti, una struttura in materiali a basso impatto ambientale, prevedendo una serie di servizi per portatori di handicap, ipovedenti e non vedenti.

L’opera, il cui investimento si aggira intorno ai 150 mila euro, è stata progettata in stretta collaborazione con le associazioni “Unmil” e “Un volo per Anna” che avevano sensibilizzato la Sii sull’opportunità di realizzare strutture per l’abbattimento delle barriere architettoniche in occasione del passaggio in zona delle tubazioni del nuovo acquedotto Scheggino-Pentima.

Grande soddisfazione viene espressa a tal proposito dal direttore generale del Sii, Paolo Rueca, e dai presidenti di Unmil, Gianfranco Colasanti, e Un volo per Anna, Marco Turilli. “Tutto questo – affermano – è il frutto di una collaborazione concreta e consente alle persone più svantaggiate, ma anche a mamme e papà con figli piccoli ancora in età da passeggino, di utilizzare una struttura moderna e al passo con le leggi in materia di abbattimento delle barriere architettoniche e di libera fruizione degli spazi. Non di minore importanza – sottolinea poi il direttore generale della Sii – è il fatto che con questo intervento si realizza un’opera bella e di qualità anche dal punto di vista turistico, architettonico e ambientale”.

Il Servizio idrico ha individuato un percorso alternativo a quello originariamente progettato per la posa in opera delle tubazioni del nuovo acquedotto Scheggino-Pentima nella zona della Cascata delle Marmore. In accordo con Provincia e Comune di Terni è stato infatti deciso di passare all’interno di una porzione limitata della Cascata. I lavori saranno eseguiti in questo periodo, evitando quindi di sovrapporsi a quelli con maggiore affluenza di visitatori e terminando il cantiere prima dell’arrivo della stagione turistica.