Due arresti, cinque denunce, quattro delle quali per spaccio di stupefacenti ed una per aver fornito false generalità, tredici persone segnalate in Prefettura, oltre al sequestro di 39 grammi di stupefacente tra hashish, marijuana e cocaina, avviata l’espulsione nei confronti di un extra comunitario. Sono i numeri dell’attività svolta – dall’inizio dell’anno – dalla Guardia di Finanza di Terni per contrastare lo spaccio di droga nel capoluogo.

Le Fiamme Gialle hanno individuato e denunciato, presso un parco pubblico, un marocchino in possesso di regolare permesso di soggiorno mentre cedeva due dosi di cocaina ad altrettanti consumatori residenti fuori provincia. Due giorni dopo lo stesso straniero è stato sorpreso a cedere due dosi di eroina a un avventore. Questa volta il marocchino è stato arrestato. Processato, è stato condannato a un anno e quattro mesi di reclusione, con sospensione della pena.

Nei pressi di una discoteca di Terni, invece, è stato arrestato in flagranza di reato di un italiano di origini albanesi trovato in possesso di quattordici dosi di cocaina pronte alla distribuzione. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito ai Finanzieri di rinvenire un involucro, occultato in una scatola di sigari, contenente ulteriori undici grammi della medesima sostanza.

L’arrestato è stato tradotto presso il carcere di Terni, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che nell’udienza di convalida ha disposto gli arresti domiciliari in attesa dello svolgimento del rito abbreviato di giudizio.