Tre giovani stranieri, provenienti dai campi rom della capitale, sono stati denunciati dalla polizia, ad Orvieto, con l’accusa di concorso in furto aggravato per aver rubato prodotti alimentari e cosmetici in due supermercati di Fabro e Ficulle. Nei loro confronti è scattato anche il provvedimento del rimpatrio con foglio di via e divieto di ritorno per tre anni emesso dal questore, oltre al sequestro della macchina con cui viaggiavano, risultata priva di copertura assicurativa. Le tre denunce – riferisce la questura di Terni – sono scattate nel corso dei controlli svolti nelle ultime due settimane nell’orvietano, interessato, ad inizio gennaio, da una recrudescenza del fenomeno dei furti in abitazione.

L’intensificazione dei servizi straordinari disposti dal questore Antonino Messineo, anche per le prossime settimane, ha visto l’impiego, oltre che delle pattuglie delle volanti e di quelle in borghese del commissariato, anche di personale del reparto prevenzione crimine Umbria-Marche di Perugia. In totale sono stati controllati 372 autoveicoli e 495 persone. Elevate anche sette sanzioni per altrettante violazioni al codice della strada e controllate in tempo reale oltre 1.600 targhe con il sistema Mercurio.

Oggi il personale del commissariato ha anche intercettato due romeni appena giunti ad Orvieto al controllo risultati inottemperanti alla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio.