Nasce a Terni la Fondazione Alessandro Riccetti per ricordare il 33enne morto un anno fa a Rigopiano. “Un modo per continuare a dare uno scopo alla sua vita, spezzata in maniera tragica, proseguendo il suo percorso e ricordando le sue qualità e le sue attitudini” ha spiegato la cugina, Irene. A 12 mesi dalla valanga che uccise 29 persone all’hotel di Farindola, familiari e amici del receptionist hanno deciso di dare un segno di speranza, dando vita ad un’associazione che vede in prima linea anche la mamma, Antonella Maria, e i fratelli del giovane. La prima iniziativa, il 27 gennaio, a quattro giorni dal compleanno di Alessandro (che il 23 avrebbe compiuto 34 anni) saranno una cena e un concerto di beneficenza. “Una commemorazione – ha detto irene Riccetti – ma anche un modo per sopperire al dolore di quella giornata e promuovere l’attività della neonata associazione”.