Hanno confermato l’ipotesi dell’investimento da parte di un treno le indagini della polizia ferroviaria di Terni sulla morte di un nigeriano di 24 anni, il cui cadavere è stato trovato nel tardo pomeriggio di ieri nei pressi dei binari della stazione di Narni scalo. Nel fascicolo aperto su quanto accaduto non vengono ipotizzati al momento reati. Le ferite riportate al cranio dal giovane e le tracce riscontrate sul convoglio che presumibilmente lo ha investito, un Frecciabianca diretto a Ravenna, vengono infatti ritenute dagli agenti compatibili con un urto accidentale con il treno in transito.

Il macchinista – è emerso dagli accertamenti – non si è accorto dell’impatto e il convoglio ha proseguito la sua corsa fino alla stazione di Jesi, dove è stato poi fermato per le verifiche da parte della polfer. La vittima era residente a Roma e alla stazione di Narni scalo si trovava in compagnia di un amico, con il quale era diretto in provincia di Ancona per incontrare altri conoscenti.