Due albanesi di 34 e 35 anni e un italiano 46enne originario di Napoli ma residente a Bastia Umbra, sono stati arrestati dai carabinieri delle compagnie di Città di Castello e Foligno, nonché della sezione di polizia giudiziaria della procura della Repubblica di Perugia perché ritenuti responsabili a vario titolo di un furto in abitazione e un altro all’interno di un capannone industriale, nel febbraio scorso. A loro carico è stata data esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Spoleto. I reati ipotizzati sono furto aggravato e ricettazione.

In particolare, le indagini, hanno permesso di raccogliere quelli che gli investigatori considerano “concordanti ed univoci” elementi circa un furto in abitazione commesso a Deruta nel corso della quale venivano asportati monili denaro e beni per un valore complessivo di circa 4 mila 900 euro, nonché di un ingente quantità di bottiglie di vino del valore di circa 9.500 euro da un capannone industriale di Marsciano.