La procura di Terni ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti degli indagati dell’inchiesta Spada, relativa a presunte irregolarità nell’affidamento di appalti del Comune ad alcune cooperative locali. Tra gli indagati figurano il sindaco Leopoldo Di Girolamo, l’ex assessore comunale Stefano Bucari – entrambi finiti a maggio ai domiciliari, poi revocati – e un’altra ventina di persone, tra membri della giunta dell’attuale e precedente consiliatura, dirigenti e tecnici comunali e rappresentanti di cooperative locali. Una posizione è stata archiviata.

Il deposito dell’istanza di rinvio a giudizio, avvenuto a novembre, è emerso nel corso della conferenza stampa di fine anno tenuta dal procuratore capo della Repubblica, Alberto Liguori. La procura è ora in attesa della fissazione della data dell’udienza preliminare da parte del gup.