Il gip Federico Bona Galvagno ha disposto gli arresti domiciliari nei confronti dell’assessore al Bilancio del Comune di Terni, Vittorio Piacenti d’Ubaldi. La misura è stata eseguita nell’ambito delle perquisizioni svolte in mattinata nella sede dell’assessorato da polizia e guardia di finanza. Turbata libertà degli incanti e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente le accuse contestate all’amministratore per fatti che riguarderebbero l’affidamento di diversi incarichi di consulenza, dal 2011 in poi e senza selezioni comparative, al commercialista Roberto Camporesi. Le consulenze riguardano le farmacie comunali e la società TerniReti, anch’essa comunale, che si occupa della gestione di reti ed infrastrutture di pubblica utilità. Lo stesso Camporesi, insieme all’amministratore unico di TerniReti, Vincenzo Montalbano Caracci, è stato raggiunto dal provvedimento degli arresti domiciliari, con le medesime accuse. Domani mattina, a partire dalle 12.30, si terranno gli interrogatori di garanzia dei tre. L’indagine è coordinata dal sostituto procuratore Marco Stramaglia.