In un Duomo gremito di cittadini e autorità, si sono svolti quest’oggi, i funerali del sindaco di Spoleto, Fabrizio Cardarelli, morto per un malore improvviso. Tanta gente anche nella piazza antistante. In chiesa, accanto alla moglie Emanuela e ai figli Giulia e Carlo, la presidente della Regione Catiuscia Marini e numerosi sindaci con la fascia tricolore.

A celebrare la messa è stato l’arcivescovo monsignor Renato Boccardo. “Per lui – ha sottolineato – la politica, vissuta con onestà e rettitudine, con profonda dedizione, con grande libertà interiore e indipendenza da pressioni e correnti, anche se non gli ha risparmiato amarezze, è stata la forma più alta della carità, intesa come autentico servizio al bene comune”.

Monsignor Boccardo ha anche ricordato Cardarelli come “figlio, sposo e padre attento e sollecito”, tratteggiando la sua figura di insegnante di matematica e fisica nei licei di Spoleto.