E’ in fin di vita presso il reparto rianimazione dell’ospedale di Terni il 36enne detenuto marocchino che ha tentato di togliersi la vita impiccandosi all’interno della sua cella nel carcere ternano di vocabolo Sabbione. Una nota dell’azienda ospedaliera ternana parla di prognosi riservata e di condizioni molto gravi. L’allarme è stato dato intorno alle 14,30 di questo pomeriggio da un agente penitenziario impegnato nei consueti controlli. Per compiere il gesto, il nordafricano, che si trovava in isolamento per aver aggredito una guardia fratturandogli il setto nasale, ha utilizzato una coperta legata alla finestra della cella. L’uomo si trovava nel carcere di Sabbione dal luglio scorso, dopo essere stato trasferito da una struttura della Toscana, ed era detenuto per reati legati allo spaccio di droga.