Sono 253 le persone e 320 i veicoli controllati lo scorso fine settimana, a Terni, nell’ambito delle operazioni straordinarie di verifica del territorio finalizzate alla prevenzione dell’immigrazione clandestina e della criminalità diffusa, che vedono impegnati uomini di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale, anche con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche. L’azione ha interessato sia il centro, con pattuglie appiedate che la prima periferia con tre posti di blocco. L’attività è stata inoltre estesa alla stazione con l’impiego della Polizia Ferroviaria che ha controllato il flusso dei passeggeri, in particolare in arrivo da Roma e da Perugia.

Controlli mirati sono stati effettuati anche in esercizi pubblici e sale slot, alcuni oggetto di esposti da parte dei cittadini, dove sono stati identificati gli avventori. I locali interessati sono stati in totale 16 ed è all’interno di una sala bingo che è stato rintracciato un cittadino dell’Arzebaijan di 35 anni risultato inottemperante ad un foglio di via con divieto di ritorno nel Comune di Terni, motivo per il quale è stato denunciato.

Nel corso dei controlli nei locali è stata anche accertata la violazione dell’ordinanza comunale che vieta la vendita di bevande in bottiglie di vetro e lattine: la proprietaria di un bar del centro verrà sanzionata per aver venduto una bottiglia di birra ad un giovane fermato per strada dagli agenti poco prima della mezzanotte.

Dall’inizio dell’anno, sono 191 le persone espulse dal Territorio Nazionale, mentre 72 sono i fogli di via obbligatori e i divieti di ritorno emessi dal Questore di Terni.