Controllato nel centro di Terni mentre, con altri tre connazionali, era impegnato nel gioco delle tre carte, all’arrivo dei carabinieri li ha minacciati e colpiti con calci e pugni, procurando ad alcuni di loro lievi ferite. Per questo un nigeriano è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. La pattuglia del Radiomobile è intervenuta in corso Tacito, su segnalazione di vari cittadini. I quattro, utilizzando come tavolo improvvisato uno scatolone, erano intenti a esercitare il gioco proibito. Hanno cercato di allontanarsi, ma sono stati raggiunti e alla richiesta di fornire i documenti hanno inveito contro i militari, colpendo a calci l’autovettura di servizio, per poi minacciarli. Una volta invitati a salire a bordo delle auto dell’Arma, hanno opposto resistenza, da cui è scaturita una colluttazione, con protagonista in particolare uno di loro.