Tre egiziani, uno dei quali minorenne, sono stati denunciati dalla Polizia di Terni per il furto di due biciclette, avvenuto ieri sera lungo il viale della Stazione. La refurtiva è stata recuperata e si cercano ora i proprietari dei mezzi.

Prezioso come sempre – sottolinea la questura – l’aiuto di un cittadino che ha segnalato di aver visto tre persone, che indossavano felpe scure con cappuccio, spaccare i lucchetti di due biciclette parcheggiate. I tre, fermati in piazza Tacito, sono risultati residenti a Terni, con permesso di soggiorno scaduto e hanno dichiarato agli agenti di lavorare in un autolavaggio cittadino.

Sono stati denunciati per furto aggravato e ora sono a disposizione dell’ufficio Immigrazione per i relativi provvedimenti di espulsione dall’ Italia. Il più giovane, in carico ad una comunità del Viterbese, è stato contattato il Tribunale per i minorenni.

Questa operazione si inquadra in un potenziamento generale dell’attività di contrasto al crimine diffuso da parte della questura ternana, con l’implementazione dei mezzi sul territorio e servizi nell’arco di 24 ore finalizzati, tra l’altro, a contrastare proprio i furti di biciclette, un reato che sta creando disagi a molte famiglie.

Si invitano ora i cittadini in possesso di regolare denuncia di furto, a presentarsi all’ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico, nella sede della questura ternana in via Antiochia – il lunedì mattina dalle 9 alle 12 – per verificare se la propria bicicletta è fra quelle recuperate dagli agenti; contemporaneamente, coloro che non hanno ancora sporto denuncia, vengono invitati a farlo.