Ha suscitato un grande cordoglio, a Terni, la notizia della morte di Mario Cicioni, avvenuta nella tarda mattinata di oggi. Aveva 74 anni e da un anno e mezzo stava combattendo una battaglia impari contro una grave malattia. Personaggio molto conosciuto per il suo impegno politico, sociale e sportivo, Cicioni era stato un attivo militante – già negli anni ’60 e ’70 – del Pci, seguendo le varie trasformazioni del partito sino a giungere all’attuale Pd per il quale aveva anche recentemente svolto, nonostante le sue precarie condizioni di salute, una campagna elettorale vecchio-stile, quelle porta a porta, tanto per intenderci. Apprezzato amministratore della cosa pubblica, Mario Cicioni, aveva ricoperto incarichi assessorili al Comune di Terni (Urbanistica, Edilizia, Commercio) durante le sindacature Porrazzini prima e Todini poi, fornendo un grande impulso – tra gli altri – ai Piani regolatori cittadini, ma anche a settori quali piccole e medie imprese e viabilità. Inesauribile, poi, l’impegno profuso per la sua zona, quella a Nord di Terni, dove si trovano i quartieri di Borgo Rivo, Gabelletta e Campitello, dove fu il vero artefice della realizzazione dell’attrezzato centro sportivo che si trova a ridosso della Chiesa di San Matteo. Nella sua abitazione di Via dell’Olivo, è stata allestita – fino alle 14 di domani – una camera ardente. Il corteo funebre raggiungerà successivamente il campo sportivo di Campitello dove – intorno alle 14,30-15, si svolgerà una cerimonia in forma laica. Alla famiglia di Mario Cicioni, vanno le più sentite condoglianze dagli amici di Radio Galileo e Tele Galileo.