Una espulsione, un divieto di far ritorno in città ed un sequestro di cocaina. E’ il bilancio dell’attività di controllo messa in atto lo scorso fine settimana dalla Polizia municipale di Terni. Gli agenti della seconda Sezione Territoriale della Polizia Locale sono intervenuti a seguito della segnalazione di un tentativo di furto di un’auto bloccandone il responsabile. Si tratta di un dominicano di venti anni risultato anche destinatario di un provvedimento di revoca del permesso di soggiorno. Accompagnato all’Ufficio Immigrazione della Questura, a suo carico è stato emesso un Decreto Prefettizio di espulsione dal territorio nazionale “in quanto considerato persona pericolosa per la pubblica sicurezza e per l’ordine pubblico a causa dei numerosi e gravi precedenti di polizia”. Per questo ne è stato disposto l’accompagnamento presso un centro di accoglienza per il successivo rimpatrio.

Gli stessi agenti, sulla base della segnalazione di un cittadino che riferiva movimenti sospetti di persone di diversa nazionalità in via Ciaurro, hanno ritrovato, occultati in un vaso di fiori, due involucri del peso complessivo di 6,5 grammi di cocaina. Ancora da accertare l’identità delle persone coinvolte. Infine agenti del nucleo radiomobile hanno identificato in Piazzale della Rivoluzione Francese una romena di 23 anni, appena giunta in treno da Roma, che si aggirava tra i veicoli in sosta. La donna ha riferito agli agenti di abitare in un campo Rom della capitale ma non ha saputo giustificare la sua presenza in città, se non riferendo di esservi giunta per venire a trovare una amica non meglio specificata. La straniera, già nota alle forze dell’ordine, in accordo con la Questura è stata foto-segnalata e le è stato notificato il provvedimento di divieto di far ritorno a Terni per tre anni.