La Guardia di Finanza di Foligno ha individuato una finta associazione sportiva senza fini di lucro. Stando al controllo fiscale delle fiamme gialle, l’associazione sportiva sarebbe stata invece un ristorante, che però beneficiava delle agevolazioni fiscali del ‘no profit’. Riqualificata l’attività come impresa commerciale e ricostruito il volume d’affari da tassare, sono stati segnalati all’Agenzia delle entrate maggiori ricavi per circa 150 mila euro.

In questo locale – hanno accertato i finanzieri – si poteva entrare senza particolari formalità e senza che i clienti conoscessero regolamento o funzionamento dell’associazione, il cui scopo sociale, era quello di organizzare tornei di dama, scacchi e freccette. Molti degli avventori, sentiti dalle fiamme gialle, non erano soci e non sapevano che si trattasse di un’associazione sportiva.