Ricordare e fare un bilancio di tutto ciò che è stato fatto a 20 anni del terremoto che nel ’97 colpì l’Umbria, con “un atteggiamento sobrio e rispettoso nei confronti di chi questo dramma lo ha vissuto recentemente scontandone, ancora ora, le conseguenze”. E’ questo l’obiettivo delle iniziative promosse da Regione e Comuni in occasione della ricorrenza.

Il programma avrà il momento centrale il 3 ottobre ad Assisi, alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Vorrei ringraziare già ora – ha detto la presidente umbra Catiuscia Marini – il Presidente della Repubblica per avere accolto l’invito che la Regione Umbria gli ha rivolto ad essere presente nella nostra regione”.

Dal 26 settembre la Regione e i Comuni colpiti dal sisma del 1997 (Foligno, Spello, Assisi, Valtopina, Nocera Umbra, Gualdo Tadino, Sellano e Trevi) daranno il via ad una serie di eventi per ricordare la “grande ferita” che ha colpito l’Umbria, ma anche la sfida che ha saputo cogliere nella fase della ricostruzione.