La collaborazione tra il Comune di Assisi e l’Arma dei Carabinieri ha dato i suoi frutti. L’indagine nasce dal sentore che vi sia qualche dipendente furbetto del cartellino. Gli investigatori – secondo quanto riferito dai carabinieri – hanno notato strani movimenti di una dipendente del l’Ufficio Turistico.Per alcuni mesi vengono svolti servizi di osservazione  nella Piazza del Comune, contemporaneamente viene monitorato il servizio di videosorveglianza del Comune. La dipendente  viene pedinata  puntualmente, durante i rientri pomeridiani, esce un ora prima, attraversando senza remore l’intera piazza del Comune per poi recarsi presso una nota palestra del luogo.

La donna, sempre secondo o carabinieri, in almeno quattro occasioni avrebbe avuto il medesimo comportamento, segnalando però alla propria Amministrazione in documentazione ufficiale di essersi fermata a lungo nel proprio ufficio mentre invece si trovava in tutt’altro luogo.Deferita  dovrà rispondere di truffa aggravata ai danni del Comune e falso