Cinquantadue incendi per circa 252 ettari bruciati, con 12 persone denunciate e una attualmente sotto indagine: è il quadro ad oggi dei roghi in Umbria registrati durante l’estate. Illustrato a Perugia dai carabinieri forestali.

Estate che – è stato ricordato – si presenta particolarmente problematica “per le alte temperature e per la persistente siccità”, soprattutto se paragonata quindi alla situazione degli ultimi anni.

Da parte del comandante, il generale Guido Conti, c’è però piena soddisfazione per l’attività di indagine di polizia giudiziaria, avendo individuato e denunciato 12 presunti responsabili di incendi. “Percentualmente – ha detto – con una media altissima del 25% visto che uno su quattro viene individuato, siamo tra le prime regioni in Italia. C’è stato detto di dedicarci alle indagini e i risultati si stanno vedendo”.

I carabinieri forestali hanno anche illustrato le procedure d’indagine. Con la scena dell’incendio “che viene trattata come quella di un omicidio”.