Una  bambina di  Perugia, di 8 anni, è ricoverata da domenica  nella struttura complessa di Pediatria del S. Maria della Misericordia per una forma severa di meningite,  che è stata affrontata con tempestività dai sanitari  non appena  gli esami di laboratorio  hanno confermato i sospetti iniziali, quando la paziente era stata  accompagnata in ospedale dai genitori  per  un violento  mal di testa. “Le condizione della  bambina   sono stazionarie , ma saranno necessario un monitoraggio nelle prossime 48 ore per verificare l’efficacia della terapia” , sottolinea la professoressa Susanna Esposito in una nota dell’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera. La  responsabile della  struttura di  Pediatria sì è  prontamente attivata presso la Asl Umbria 1 perché venisse disposta  la profilassi di quanti hanno avuto contatti con la bambina, che era appena rientrata da un periodo di vacanza trascorso con i genitori in una località di mare in provincia di Livorno. Dall’anamnesi effettuata al momento del ricovero è emerso che la bambina  era stata sottoposta alle vaccinazioni obbligatorie, “ ma non a quelle, pure raccomandate dal  piano  del Ministero della Salute, e tra queste quella anti meningococco ”, come  precisa la stessa  professoressa Esposito.