Intervento delle Volanti all’alba di domenica in una discoteca della periferia ove era stato segnalato che un giovane era stato colpito al naso da un altro avventore.

Sul posto i poliziotti prendevano contatti con un diciassettenne che riferiva che questa sera si era portato con altri amici in discoteca per trascorrere una bella serata.

Alla chiusura del locale notava un suo amico che stava discutendo animatamente con una persona calva vestita tutta di nero e sintrometteva per sedare gli animi.

Per tutta risposta dopo un piccolo diverbio la persona sopra descritta, lo spintonava facendolo cadere a terra; quando si è rialzato gli sferrava una testata al naso rifacendolo cadere a terra.

Quindi luomo veniva accompagnato alluscita dagli addetti alla vigilanza e veniva chiamata la Polizia.

Il giovane riferiva di essere riuscito a fotografare dellaggressore con il suo smart-phone e mostrava la fotografia.

Dalle ricerche allinterno della discoteca la persona non era più presente sul posto, ma dopo aver sentito alcune testimonianze gli agenti apprendevano che laggressore si era allontanato per i campi dietro la discoteca, dopo aver oltrepassato una recinzione metallica.

La Volante effettuava le ricerche in zona e dietro la discoteca, rintracciava la persona fotografata dalla parte lesa che si presentava con i pantaloni strappati come plausibile conseguenza dello scavalcamento della rete metallica.

La persona veniva identificata per un trentanovenne che riferiva la propria versione dei fatti; che allinterno della discoteca aveva avuto una lite passata alle vie di fatto con un altro ragazzo e successivamente era stato circondato dagli amici dellaggredito e si era dato a precipitosa fuga nei campi per evitare eventuali aggressioni da parte loro, scavalcando una recinzione che gli procurava la rottura dei pantaloni.

La lite, a dire delluomo, era scaturita perché per tutta la serata era stato platealmente deriso e ripetutamente fotografato con gli smart-phone dal gruppo di giovani.

Il ferito veniva soccorso da personale medico del 118 giunto sul posto e trasportato presso il locale nosocomio per le cure del caso dove veniva trattenuto in osservazione e giudicato guaribile in 25 gg. S.C.

Per i fatti sopra descritti l’uomo veniva indagato in stato di libertà per lesioni aggravate.