L’impoverimento delle falde e la conseguente situazione di siccità dovuta alla scarsità di piogge, ha indotto il Sindaco di San Venanzo, Marsilio Marinelli, ad emanare una ordinanza contenente divieti e restrizioni all’uso idrico della rete. Viene infatti vietato l’impiego di acqua potabile per lavaggio di cortili, piazzali, veicoli a motore in casa. L’acqua non può essere usata neanche per innaffiamento di giardini, prati ed orti, il riempimento di piscine, vasche da giardino, fontane ornamentali e simili, anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua, se non previa presa di contatto con il Servizio idrico per concordarne modalità e tempi di riempimento.

“Dal divieto – spiega il Sindaco di San Venanzo – sono escluse le forniture erogate per scopi particolari, in base a contratti specifici stipulati fra l’utente e l’ente erogatore, compreso l’uso da parte dell’ente pubblico per il mantenimento di parchi, fontane e giardini ed i fini di prioritario interesse pubblico”.