E’ stata individuata e arrestata dopo un’indagine lampo della Digos, una donna di origine campana accusata di avere speso banconote contraffatte, da 20 e 100 euro, in alcuni negozi del centro di Terni. Dopo i primi casi – riferisce la Questura – i poliziotti erano gia’ sulle sue tracce, quando, nel pomeriggio di sabato, ha provato nuovamente a spendere il denaro falso. Grazie alla tempestiva segnalazione del commerciante, la donna e’ stata poco dopo rintracciata in piazza della Repubblica. Agli agenti – sempre in base a quanto si e’ appreso – ha mostrato la banconota incriminata, del taglio di 100 euro assicurando la sua buona fede, in quanto non si era accorta della non genuinita’. Dagli accertamenti e’ pero’ emerso che era in possesso di altro denaro, sempre del taglio di 20 e 100 euro, per un totale di 400 euro, che gli agenti le hanno trovato addosso e risultato anch’esso contraffatto. L’arresto, con l’accusa di possesso e spendita di banconote contraffatte, e’ stato convalidato durante la direttissima di stamani. Alla donna e’ stata applicata la misura cautelare dell’obbligo di firma.