Con un proprio decreto del 30 maggio scorso, il Ministero dell’Interno ha deciso la soppressione dei compartimenti della Polizia stradale dell’Umbria e della Basilicata. Ha altresì deciso che il compartimento della Polizia stradale del Lazio assuma la competenza territoriale anche sulla regione Umbria con la nuova denominazione di Compartimento della Polizia stradale per il Lazio e l’Umbria, con sede a Roma.

Il provvedimento è a firma del Ministro dell’interno, Marco Minniti e del Capo della Polizia e direttore generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli.

Secondo il ministero sussisteva “l’esigenza di razionalizzare l’assetto organizzativo e funzionale degli uffici territoriali della specialità Polizia stradale, ottimizzando l’impiego delle risorse a disposizione secondo i criteri di efficienza ed economicità. Tutto ciò “mantenendo inalterata l’incidenza operativa sul territorio”.

Nei mesi scorsi era stata ventilata anche la chiusura della sezione della Polizia postale di Terni. Al momento questo progetto è stato accantonato. Fortunatamente. Vista l’attività svolta di controllo su Internet, sia sul fronte antiterrorismo che contro le associazioni criminali e, non meno importante, di contrasto a fenomeni pericolosissimi come l’ultimo e famigerato “Blue whale”.