E’ grazie alla segnalazione della presenza di persone sospette che si aggiravano nei pressi di un’azienda di Maratta che la Squadra Volante della Questura di Terni è riuscita a sventare un furto di gasolio. I poliziotti hanno trovato due taniche, una delle quali già riempita di gasolio asportato da alcuni mezzi pesanti della ditta e un’auto con il motore ancora caldo, i vetri oscurati ed il pianale posteriore abbassato, coperto da cartoni. Dalle successive verifiche è emerso che il veicolo era intestato ad un pluripregiudicato romeno residente a Terni. Volante e Squadra Mobile hanno atteso che gli occupanti tornassero a recuperare la vettura e poco dopo sono arrivati due romeni che sono stati bloccati e identificati.

E in seguito ad una segnalazione al 113 il personale della Squadra Volante è intervenuto in via Alfieri dove il proprietario di un’auto in sosta aveva notato un uomo che aveva asportato degli oggetti e si era dato alla fuga. Gli agenti hanno rintracciato poco dopo un cinquantenne ternano, già noto alla Polizia, che indossava ancora lo stesso abbigliamento segnalato al momento del furto. Nel corso degli accertamenti presso la sua abitazione sono stati trovati altri oggetti rubati da varie vetture parcheggiate nel centro di Terni. Di fronte all’evidenza dei fatti il “ladro seriale” non ha potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità cercando di giustificarsi con la mancanza di un lavoro. E’ stato denunciato per furto aggravato continuato.

Un 50enne ternano, a seguito del distacco per morosità del suo contatore in un condominio del centro, ha ben pensato di allacciarsi abusivamente a quello del vicino di casa. I poliziotti intervenuti sul posto lo hanno trovato mentre stava armeggiando con un cacciavite sui contatori. E’ stato denunciato per furto aggravato di energia elettrica.