Sono sedici, al momento, i casi accertati di morbillo registrati negli ultimi giorni a Terni. La comunicazione giunge direttamente dall’Azienda Ospedaliera “Santa Maria”, in base agli ultimi dati. Tredici di questi riguardano medici, infermieri e altri operatori sanitari della struttura ospedaliera, mentre tre interessano cittadini. Per tutti, spiega la direzione sanitaria, il decorso della malattia e’ regolare. Al momento sono ancora ricoverati nella clinica di malattie infettive quattro pazienti, tra cui un medico.

I primi casi accertati di morbillo al “Santa Maria”, hanno riguardato tre infermieri e altrettanti medici. La direzione dell’Azienda, insieme al servizio sanita’ pubblica della Usl, ha quindi subito predisposto un piano di informazione per i dipendenti e uno di intervento di vaccinazione. Alzato anche il livello di guardia, attraverso l’ordine di un numero aggiuntivo di vaccini. La recrudescenza della malattia sarebbe legata alla riduzione della copertura vaccinale registrata in generale in tutta Italia.