Nuova richiesta di archiviazione, la seconda in un anno, da parte della Procura di Terni, nei confronti di quattro albanesi indagati con l’accusa di omicidio volontario nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Gabriella Zelli Listanti, uccisa durante una rapina, nella sua casa di Santa Maria Maddalena, il 13 gennaio 2015.

Alla decisione degli inquirenti si e’ opposto stamani in udienza, davanti al gip Simona Tordelli, il legale di parte civile, l’avvocato Marta Giansanti, che ha chiesto l’avocazione del fascicolo alla procura generale di Perugia e, in subordine, l’imputazione coatta da parte dello stesso gip.

Secondo il legale, che assiste i due figli della vittima, sul fatto andrebbero svolti ulteriori accertamenti. Considerazione, questa, non condivisa dai difensori dei quattro indagati, gli avvocati Francesco Mattiangeli, Massimo Proietti, Giorgio Cerquetti, Maurizio Quadrini e Donatella Paccoi, che si sono associati alla richiesta della procura. Al termine dell’udienza il giudice si e’ riservato di decidere.

I quattro indagati erano stati individuati nell’ambito di un’operazione della polizia che, a pochi giorni dall’omicidio, aveva smantellato una banda di albanesi dedita ai furti nelle abitazioni.