L’aveva già fatto in passato e quello di ieri sera è stato solo l’ultimo di una lunga serie di episodi di violenza. Ma questa volta, un perugino dell’80 residente con i genitori nella zona di Pianello, non si è limitato alle parole ed ha aggredito il padre minacciandolo con un coltello e colpendolo con una suppellettile, provocandogli un trauma. Tutto è scaturito ieri sera poco prima delle 20:00 da una richiesta di denaro, l’ennesima. Disoccupato, il 37enne pretendeva costantemente dal padre somme di denaro che gli servivano anche per giocare alle slot- machine oltre che per bere e comprare le sigarette. Terrorizzato dalla possibile reazione del figlio l’uomo, un perugino del ’34, gli ha consegnato 10 €. Ma non è bastato. Ambendo ad una cifra più alta, il figlio ha dato in escandescenza iniziando a devastare la cucina e lanciando suppellettili contro il genitore. Alla Polizia i due coniugi hanno raccontato l’accaduto e, esasperati dalla situazione, hanno indicato agli agenti dove avrebbero potuto trovare il figlio. L’aveva già fatto in passato e quello di ieri sera è stato solo l’ultimo di una lunga serie di episodi di violenza. Ma questa volta, un perugino dell’80 residente con i genitori nella zona di Pianello, non si è limitato alle parole ed ha aggredito il padre minacciandolo con un coltello e colpendolo con una suppellettile, provocandogli un trauma. Tutto è scaturito ieri sera poco prima delle 20:00 da una richiesta di denaro, l’ennesima. Disoccupato, il 37enne pretendeva costantemente dal padre somme di denaro che gli servivano anche per giocare alle slot- machine oltre che per bere e comprare le sigarette. Terrorizzato dalla possibile reazione del figlio l’uomo, un perugino del ’34, gli ha consegnato 10 €. Ma non è bastato. Ambendo ad una cifra più alta, il figlio ha dato in escandescenza iniziando a devastare la cucina e lanciando suppellettili contro il genitore. L’equipaggio l’ha rintracciato in un bar poco distante: fermato e perquisito, nell’auto aveva ancora il coltello preso poco prima dalla cucina oltre ad un altro coltello a scatto lungo 16 cm. A suo carico sono emersi numerosi precedenti per minacce e maltrattamenti sempre in danno dei genitori. Accompagnato in Questura, è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura.