Il Sindaco di Calvi dell’Umbria, Guido Grillini, ha deposto alcune corone d’alloro – ieri – sul luogo dell’eccidio nazista del 13 aprile 1944 in occasione dell’annuale commemorazione del fatto. Tredici cittadini inermi, vennero, infatti, fucilati perché sospettati di collaborare con i partigiani. Presente, con il gonfalone della Provincia di Terni, anche il presidente dell’ente, Giampiero Lattanzi, oltre a rappresentanti del mondo dell’associazionismo, gli ex combattenti e le famiglie cui appartenevano i cittadini uccisi nella rappresaglia tedesca.

“È uno degli episodi più cruenti e spietati della storia bellica delle nostre zone” ha detto il presidente Lattanzi che ha sottolineato l’importanza della memoria. “Un valore – ha affermato – che va mantenuto e attualizzato perché serve a mantenere alta l’attenzione sui pilastri fondanti le nostre democrazie costruite anche con il sacrificio di chi ci ha preceduto e che è morto per gli ideali di cui noi oggi ci nutriamo”.